Friday for future

MANIFESTA ANCHE L’IC “GRIMALDI” DI SAN PAOLO DI CIVITATE

Venerdì 15 Marzo 2019.Tutte le scuole d’Italia e del mondo prendono parte a manifestazioni e scioperi per il Friday For Future, una protesta pacifica avviata da Greta Thunberg, sedicenne svedese che, da Settembre dell’anno scorso, protesta ogni venerdì davanti al parlamento svedese. Protesta per l’emanazione di leggi che tutelino l’ambiente, protesta contro il surriscaldamento globale. Anche la nostra scuola ha preso parte a tutto ciò, mettendo in atto una vera e propria manifestazione che ha mobilitato e coinvolto tutto il corpo studentesco.

Il tutto è iniziato intorno alle 10:30 della mattina, quando le lezioni sono state sospese per far si che tutte le classi andassero nell’oratorio della Chiesa di Sant’Antonio da Padova, accanto all’istituto, dove è poi stato proiettato il documentario nato dall’idea di Al Gore, candidato alla presidenza degli stati Uniti d’America nel 2000,”Una scomoda verità” ,in lingua originale “An inconvenient Truth”.

La visione è stata preceduta da un intervento , sul consumo dell’acqua virtuale, del professor Leonardo Tricarico.

Dopo la visione del documentario tutti, ragazzi e professori, si sono radunati davanti il municipio attendendo alcuni dei rappresentanti comunali, tra cui il sindaco Marino, mostrando i cartelloni preparati nei giorni precedenti o nella mattina stessa.

Dopo i discorsi degli amministratori comunali e del Primo Cittadino, è stata letta la lettera, scritta da una parte degli alunni delle classi terza C e terza B con l’aiuto della professoressa Simona Cologna, che sarebbe poi dovuta essere inviata al Presidente della  Repubblica Sergio Mattarella, nella quale venivano esposti i problemi ambientali più sentiti dai ragazzi e alcune possibili soluzioni.

Durante la manifestazione, era presente anche la radio “Athena Beat”, incaricata di documentare con video e foto quest’ultima. Emozionante vedere come così tanti giovani si siano mobilitati per migliorare il presente, per dare una speranza al futuro.

Anita Daphne Monno

Precedente Per imparare a riciclare