Per imparare a riciclare

COME RICICLARE A SCUOLA

  • Ad ogni classe sono stati assegnati due bidoncini per la differenziata: uno per la carta contraddistinto da una etichetta verde; l’altro per plastica e alluminio contraddistinto da un tagliandino rosso.
  • I cestini dovranno essere svuotati una volta ogni due giorni da uno o due membri della classe che riverseranno il loro contenuto nei contenitori più grandi posti nel punto di raccolta nel salone centrale   al primo piano della scuola.
  • I cestoni dei punti di raccolta saranno svuotati ogni tre giorni: il mercoledì e il sabato prima delle ore 13.00 ad opera di due ragazzi, che aiutati dai collaboratori, svuoteranno il loro contenuto negli appositi bidoni per la differenziata in cortile.
  • Le classi si alterneranno settimanalmente per lo svolgimento del suddetto compito seguendo una precisa tabella di turnazioni.
  • Cosa buttare nel cestino di plastica e alluminio:
  • Bottiglie e contenitori in plastica
  • Lattine
  • Confezioni e imballaggi in plastica per quaderni e libri
  • Involucro delle penne ( ma non il pennino con i residui di inchiostro che va nell’indifferenziata)
  • Involucri di merendine, gomme e caramelle
  • Involucri e imballaggi di attrezzatura scolastica
  • Contenitori e sacchetti
  • Vasetti per yogurt o altre merende
  • Pellicola
  • Imballaggi di plastica o polistirolo
  • Cosa buttare nel cestino della carta:
  • Carta di confezioni
  • Fogli e quaderni (non importa se scritti o stampati)
  • Sacchetti di carta
  • Carta con cui si avvolge il panino o la pizza (ma non quella oleosa!)
  • Cartoni per bevande (succo di frutta, latte al cioccolato ecc.. e tetrapak)
  • Carta e cartoni per imballaggio

 

  

Precedente Razzismo e intolleranza Successivo Friday for future